banner

 

R I V O L T O   (UD)     L U G L IO   2021


PERSONNEL  RECOVERY  WEEK  21-01

 

PRW21

   A seguito della chiusura temporanea della pista di Istrana, per riqualificazione delle superfici, il 51° Stormo si trova rischierato, dal 21 giugno, sull’aeroporto di Rivolto con assetti di supporto tecnico/logistico e personale per continuare l’attività volativa ed operativa.

  In questo contesto, al 51° Stormo, è stata affidata la leadership organizzativa dell’esercitazione Personnel Recovery Week 21-01 svoltasi tra il 12 ed il 23 luglio, dedicata alla ricerca e soccorso di personale in ambiente ostile simulato.

   Coinvolti nell’esercitazione molti reparti dell’Aeronautica Militare, in primis il locale 2° Stormo, attuale Polo Missilistico Nazionale di Forza Armata, che garantisce anche il supporto tecnico, logistico e operativo al basato 313°Gruppo AA Frecce Tricolori ed ora anche al rischierato 51°Stormo.

   Il 2°Stormo, ha partecipato all’evento con il nuovo Sirius, un sistema BMC4 (Battle Management Command, Control, Communication & Computer) che integra un radar di moderna concezione e un apparato hardware e software che ne consente l’impiego.

  Sono molteplici le sue funzioni che, possono spaziare dall’impiego come sensore integrato in un’ architettura di sorveglianza non solo nazionale ma anche a livello NATO, ad un utilizzo in qualità di Comando e Controllo di unità di fuoco dislocate anche molto distanti al sistema stesso.

  Hanno garantito la copertura ed il supporto aereo, tutti i reparti di F-2000A Typhoon, in primis il 132° Gruppo Volo del 51°Stormo, l’unico in forza armata dotato di due linee di volo, essendo presente con gli ultimi A-11B/TA-11B AMX/AMX-T ACOL.

 Hanno partecipato, alternandosi, anche i Typhoon del 4°, 36° e 37°Stormo.

  Following the temporary closure of the Istrana runway for surface redevelopment, the 51st Stormo has been deployed on the Rivolto airport since 21 June, with technical / logistical and personnel support structures to continue its flying and operational activities.

  In this context, the 51st Stormo was entrusted with the organizational leadership of the Personnel Recovery Week 21-01 exercise held between 12 and 23 July, dedicated to the search and rescue of personnel in a simulated hostile environment.

  Involved in the exercise many Units of the Air Force, first of all the local 2nd Stormo, current National Missile Center of the Armed Force, which also guarantees technical, logistical and operational support to the local based 313rd Gruppo AA "Frecce Tricolori" and now also to the 51st Stormo.

   The 2nd Stormo participated in the event with the new Sirius, a BMC4 (Battle Management Command, Control, Communication & Computer) system that integrates a modern concept radar and hardware and software equipment that allows its use.

   There are many functions that can range from use as an integrated sensor in a surveillance architecture national but also at the NATO level, to a use as Command and Control of fire units located even very distant from the system itself.

   All Units of F-2000A Typhoon, first and foremost the 132nd Gruppo of the 51st Wing, the only armed force equipped with two flight lines, being present with the latest A-11B / TA-11B AMX / AMX-T ACOL.

 Therefore, the Typhoons of the 4th, 36th and 37th Stormi also participated in rotation.
il Comandante del 51° Stormo Col. Nadir Ruzzon   COMANDANTE    the Commander of th 51st Stormo  Col. Nadir Ruzzon

  Uno degli assetti “fulcro” dell’esercitazione, è stato naturalmente "Veltro 01", ossia il nuovo elicottero dedito al combat SAR : HH-101A Caesar del 23°Gruppo del 15°Stormo di Cervia-S.Giorgio.

    A bordo dell’elicottero, armato di tre postazioni di mitragliatrici da 7,62 mm, anche uno sniper (cecchino) del 17°Stormo Incursori di Furbara, presenti in forze tra gli attori principali dell’esercitazione.

   In qualità di forze di opposizione invece, personale dell’Esercito Italiano appartenente al 3° Reggimento Artiglieria Terrestre (da montagna) della Brigata Alpina Julia di stanza a Remanzacco (Udine).

   Piu’ defilati e non visibili : anche un E-550A Gulfstream CAEW del 71°Gruppo/14°Stormo di Pratica di Mare, un AWACS E-3A Sentry della NATO ed infine l’11°Gruppo DAMI (Difesa Aerea Missilistica Integrata) di Poggio Renatico (Ferrara). 

   Il teatro dell’esercitazione, ha interessato alcune aree del Nord-Est Italia; nello specifico : l’area prospicente l’aviosuperficie “Francesco Baracca” di Nervesa della Battaglia (Treviso), l’area addestrativa di Rivoli Bianchi a Venzone ed Osoppo (Udine).

   La PRW21, ha permesso di perfezionare le tattiche di intervento in ambiente ostile ed al contempo addestrare gli equipaggi di volo ad operare in sinergia con la Personnel Recovery Task Force costituita dagli Incursori del 17°Stormo.

     Rientrato da una missione di volo su un AMX-T, il Col. Nadir Ruzzon, Comandante il 51° Stormo ha affermato : Dal punto di vista professionale, un ritorno addestrativo senza eguali, perché appunto ci ha permesso di vedere tutti gli equipaggi provenienti da diverse parti d’Italia, lavorare con un livello di standardizzazione, sembra che praticamente ci stavamo addestrando assieme tutti i giorni ed invece no, ci troviamo dopo mesi che abbiamo lavorato ognuno presso i propri Reparti e quindi assieme lavorare invece senza alcun problema.

  Gli ha fatto eco il Col. Marco Bertoli, Comandante il 2° Stormo : L’obiettivo è quello di addestrare il personale dell’Aeronautica Militare, a costituire una Task Force di Personnel Recovery, con assetti ad ala fissa, ad ala rotante e anche personale di terra capace di operare sul terreno appunto per recuperare personale militare o personale civile che si trova isolato in condizioni di emergenza in territorio potenzialmente ostile.

 

Si ringrazia tutto il Personale dell’Aeronautica Militare, nonché il Tenente Colonnello Giorgio Albani, addetto PR del 51°Stormo 

ed il  1° Luogotente Salvatore Magrino del Comando 2°Stormo.

testo di D. Mattiuzzo - adattamento di R. Zambon

    One of the main assets of the exercise was of course "Veltro 01", namely the new helicopter dedicated to combat SAR: HH-101A Caesar of the 23rd Gruppo of the 15th Stormo of Cervia-San Giorgio.

     On board the helicopter, armed with three positions of 7.62 mm machine guns, also a sniper of the 17th  Stormo Incursori of Furbara, present in force among the main partecipants of the exercise. 

   Instead, as opposition forces, personnel of the Italian Army belonging to the 3rd Ground Artillery Regiment (mountain) of the Julia Alpine Brigade stationed in Remanzacco (Udine).

   More secluded and not visible: also an E-550A Gulfstream CAEW of the 71st Gruppo / 14th Stormo of Pratica di Mare, an AWACS E-3A Sentry of NATO and finally the 11th Gruppo DAMI (Integrated Missile Air Defense) of Poggio Renatico (Ferrara). 

   The theater of the exercise involved some areas of North-East Italy, specifically: the area facing the "Francesco Baracca" surface in Nervesa della Battaglia (Treviso), the training area of ​​Rivoli Bianchi in Venzone and Osoppo (Udine) . 

   The PRW21 has made it possible to perfect the intervention tactics in a hostile environment and at the same time train the flight crews to operate in synergy with the Personnel Recovery Task Force made up of the Incursors of the 17th Stormo. 

   Returning from a flight mission on an AMX-T, Col. Nadir Ruzzon, Commander of the 51st Stormo said: From the professional point of view, an unparalleled training return, because it allowed us to see all the crews coming from different parts of Italy, working with a level of standardization, it seems that practically we were training together every day and instead no, we find ourselves after months that we have each worked in their own Units and therefore work together instead without any problem. 

   This was echoed by Col. Marco Bertoli, Commander of the 2nd Stormo: The objective is to train the personnel of the Air Force, to set up a Personnel Recovery Task Force, with fixed-wing, rotary-wing and also ground personnel capable of operating on the ground precisely to recover military personnel or civilian personnel who find themselves isolated in emergency conditions in potentially hostile territory. 

   We thank all the Air Force personnel, as well as Lieutenant Colonel Giorgio Albani, PR officer of the 51st Stormo and 1st Luogotenente Salvatore Magrino of the 2nd Stormo.    

   

 

     text by D. Mattiuzzo -  adapation and english translation by R. Zambon


001002003004
005006007008
009011012013
014015016017
018019020021

 

Copyright ©  2021   Roberto Zambon - all right reserved

ultimo aggiornamento : 28 - 07 -2021                     last update  2021,07-26